HomeVai alle newsORMONE ANTI MULLERIANO ( AMH) E RISERVA OVARICA

ORMONE ANTI MULLERIANO ( AMH) E RISERVA OVARICA

Ormone Anti-Mülleriano (AMH) e riserva ovarica

L'Ormone Anti-Mülleriano (AMH), è una glicoproteina dimerica composta da due monomeri di 72 kDa legate da ponti disolfuro, appartenente alla superfamiglia dei fattori di crescita trasformanti beta (TGF-beta). Nei mammiferi è secreto dalle cellule del Sertoli del testicolo fetale  durante le prime fasi di sviluppo.

 

La funzione principale di AMH è quella di indurre la regressione dei dotti Mülleriani durante la differenziazione sessuale maschile ed è quindi presente nei maschi durante l’infanzia e la vita adulta. Nelle femmine invece, tale ormone viene prodotto dalle cellule granulose e può essere misurato nel siero dall'adolescenza fino alla sua stabilizzazione nell’età adulta, successivamente la sua concentrazione inizia a decrescere in funzione della riduzione della riserva ovarica e scompare con la menopausa o con l’asportazione delle ovaie. Il pattern di espressione di AMH e dei suoi recettori di tipo II nell'ovaio dopo la nascita indica che esso riveste un ruolo importante nella follicologenesi ovarica, controllando la formazione dei follicoli primari e inibendo l’eccessiva stimolazione follicolare dal parte dell’FSH.

 

Ormone Anti-Mülleriano (AMH) e riserva ovarica

Geneticlab effettua il dosaggio sierico dell’AMH per la valutazione della riserva ovarica: il suo decrescere a livelli minimali si potrebbe correlare ad un ridotto numero di follicoli ovarici, mentre un suo abnorme aumento si correla ad un eccesso di follicoli a stadio maturativo precocissimo. A differenza di altri test di riserva ovarica, come l’FSH e l’estradiolo, che devono essere dosati nei primissimi giorni del ciclo, l’AMH rimane costante durante tutte le fasi del ciclo mestruale ed in gravidanza, potendosi pertanto misurare in qualunque momento. L’AMH è uno strumento utile nella classificazione della riserva ovarica delle donne poiché la sua concentrazione ematica diminuisce nel corso della vita riproduttiva ed è utilizzato come marcatore precoce e affidabile di invecchiamento ovarico.

Nell’ultimo decennio la determinazione della riserva ovarica, che prevede oltre al dosaggio dell’Ormone Antimulleriano (AMH) anche a quello dell’Inibina B, associati alla conta dei follicoli antrali da eseguirsi mediante esame ecografico transvaginale è diventato strumento fondamentale nelle prime fasi del percorso della fecondazione assistita, in quanto la presenza dell'AMH è correlata con il numero di follicoli antrali precoci e predice la risposta ad una iperstimolazione ovarica controllata.

Geneticlab collabora oggi con alcuni dei più importanti laboratori di analisi pubblici e privati certificati e con alcuni centri di fecondazione assistita per questo dosaggio al fine di ottimizzare le metodiche in uso e per offrire un servizio che garantisca sempre qualità ed efficienza.

Contatti

- Via Nazionale, 254
- 88070 - Botricello
- Tel e Fax: +39 0961 963898
- Email: info(@)lifeclinicgroup.org


Polo di Innovazione
Tecnologie della Salute - Biotecnomed

20annoattivita